L’importanza del recupero propiocettivo nella chirurgia ortopedica.

/, medicina, ortopedia, Salute, sport/L’importanza del recupero propiocettivo nella chirurgia ortopedica.

L’importanza del recupero propiocettivo nella chirurgia ortopedica.

“La potenza è nulla senza il controllo” affermava una famosa pubblicità di pneumatici e parafrasando lo slogan, in ambito ortopedico, posso dire che “la chirurgia è nulla senza la rieducazione”.

Il controllo muscolare e propiocettivo, alterati dalla patologia o dalla chirurgia, devono essere riprogrammati a livello centrale attraverso tecniche specifiche, non attuabili autonomamente dal paziente

L’abilità del rieducatore sta proprio nel capire su che sistemi intervenire, mentre la professionalità del chirurgo sta nel capire quando il risultato di una chirurgia sia migliorabile da una adeguata rieducazione.

I Sistemi informatici di monitoraggio sono in grado di studiare e riprogrammare  l’influenza delle informazioni propriocettive, visive e vestibolari sull’efficacia e la sicurezza dei movimenti antigravitari, dal cammino ai gesti sportivi più complessi.

Aumentando il controllo propiocettivo, oltre ad ottenere un miglior risultato da una soluzione chirurgica (pensiamo alla ricostruzione del legamento crociato anteriore) si riduce significativamente la probabilità di incorrere in nuovi episodi traumatici, nella stessa articolazione o nella controlaterale, effettuando quindi una terapia PREVENTIVA, oltre che una terapia DI RECUPERO.

Tutti i pazienti dell’Ospedale di Tolmezzo candidati a ricostruzione del Legamento crociato anteriore vengono sottoposti ad una valutazione preoperatoria su pedana DELOS utilizzando il metodo di valutazione RIVA; lo stesso esame viene eseguito periodicamente nel periodo postoperatorio per valutare i progressi riabilitativi fino al recupero dell’attività sportiva.

Per saperne di piu’:

https://controlloposturaleincarnia.wordpress.com/category/sistema-delos/

https://www.delos-international.com/ita/come-lavora-delos/

2019-09-11T15:43:20+02:00

About the Author:

"Sono un medico chirurgo ortopedico, ma soprattutto un uomo di famiglia e uno sportivo. Offro la mia professionalità a chi la richiede."